Chi è Marco Marzaduri

Il Dottor Marco Marzaduri è uno psicologo, psicoterapeuta, ipnoterapeuta, ipnoanalista con specializzazione in ipnosi regressiva. Laureato nel dicembre del 2016 all'università di Bogotà alla facoltà di Psicologia Clinica, nel 2017 ha ottenuto la laurea equiparata in Psicologia a Malta. Nella capitale colombiana ha ottenuto un ulteriore titolo in ipnosi terapia.
L'8 Agosto 2017, presso la scuola di ipnosi costruttivista, ha ottenuto il titolo di ipnologo-ipnotista e di counselor e advisor in psicologia.
Dal 2014 ha collaborata con il Dott. Marco Chisotti come tirocinante e nel 2017 è stato nominato dallo stesso CEO della Scuola di Impnosi Costruttivista e del A.E.R.F. (Associazione Europea per la Ricerca Scientifica e la Formazione). È stato nominato, inoltre, referente internazionale e docente A.E.R.F.-S.I.C. a Malta. Il Dottor Marco Marzaduri è iscritto all'ordine degli psicologi colombiano e a quello maltese ed è Associate Member della Malta Chiambert of Psychologist. Offre prestazioni nell'ambito della psicologia, dell'ipnosi, dell'ipnoanalisi, dell'ipnositrapia e dell'ipnosi regressiva.


Di cosa si occupa lo psicoterapeuta?

Lo psicoterapeuta è un laureato alla facoltà di Medicina e Chirurgia o di Psicologia che ha conseguito il titolo di Psicologo a seguito dell'Esame di Stato e che successivamente ha acquisito le competenze e l'addestramento necessario all'esercizio dell'attività presso le scuole di specializzazione di Psicoterapia riconosciute dallo Stato. Questa figura professionale può fornire come servizio ai suoi pazienti la psicoterapia. La psicoterapia è una pratica della psicologia clinica mediante la quale, lo psicoterapeuta, si occupa di disturbi psichici che compromettono il benessere, dai più lievi a quelli che presentano una sintomatologia grave come ad esempio nevrosi e psicosi.

Lo psicoterapeuta, dunque, si avvale del colloquio clinico per analizzare in profondità quali siano le cause del disagio psichico. Ogni terapeuta basa la sua psicoterapia su un determinato orientamento teorico della psicologia. Per questa ragione vi sono terapeuti che praticano la psicoterapia dinamica, la psicoterapia sistemica-relazionale, la psicoterapia cognitiva-comportamentale ecc…. Dunque, in base alla tecnica che utilizzerà, lo psicoterapeuta dovrà seguire un percorso differente con il proprio paziente al fine di dirimere il malessere e i suoi sintomi.

Qual è la differenza tra psicoterapeuta e psicologo?

Spesso la figura dello psicologo e quella dello psicoterapeuta vengono confuse. Infatti, coloro i quali non si occupano di questa materia tendono a accostare queste due figure professionali, sostanzialmente differenti, in unica professione. Risulta quindi essenziale sottolineare la differenza che intercorre tra queste due professioni e quali siano i punti di contatto tra queste due materie e professioni. Oltre al percorso formativo che lo psicoterapeuta e lo psicologo devono seguire per poter intraprendere una determinata carriera, vi sono numerose differenze tra queste due figure professionali. Partendo dalla figura dello psicologo, è opportuno sottolineare che chi esercita tale professione è un soggetto che ha conseguito la laurea magistrale alla facoltà di Psicologia. Esso, a seguito dell'Esame di Stato (sostenuto con esito positivo) verrà iscritto all'Albo degli Psicologi del territorio di appartenenza (che corrisponde alla regione nella quale viene esercitata la professione).

Per quanto riguarda gli obbiettivi, uno psicologo, secondo quanto riportano dal Codice Deontologico, ha il compito di lavorare con il paziente al fine di acuire la capacità di quest'ultimo di comprendere se stesso e gli altri. Dunque, se un paziente manifesta allo psicologo una problematica o un malessere psicologico, questo è tenuto a valutare il caso, analizzare la causa e la radice di esso tramite i dovuti test psicologici e agire in maniera risolutiva con il paziente. Di fatto, quindi, il compito principale di questa figura professionale è permettere ad un individuo di vivere serenamente all'interno della società, della famiglia, della coppia ecc. Tuttavia, è opportuno sottolineare che lo psicologo non pratica la psicoterapia e non può in alcun modo prescrivere farmaci o psicofarmaci (compito esclusivo del medico o dello psicoterapeuta solo se esso esercita la professione medica).

Lo psicoterapeuta è un soggetto laureato alla facoltà di Psicologia o di Medicina e Chirurgia che ha conseguito acquisito le conoscenze attraverso una scuola di specializzazione della durata di quattro anni. La differenza con lo psicoterapeuta risiede anche nei metodi di valutazione e risoluzione della problematica che lo psicologo può mettere in atto. Infatti, esso svolgerà il cosiddetto colloquio clinico con il soggetto interessato e successivamente, tramite l'analisi di comportamenti non verbali, elementi di tipo relazionale ecc... deciderà in che modo lavorare con il paziente e quale percorso intraprendere per garantire la risoluzione della problematica.

A differenza dello psicoterapeuta, che invece è abilitato a svolgere una vera e propria terapia con il paziente, lo psicologo può solamente offrire un sostegno psicologico lavorando con il paziente. Tuttavia, sarà suo compito segnalate al professionista che applica la psicoterapia se il soggetto con il quale sta seguendo un percorso psicologico presenti sintomi che richiedono il suo intervento. In alcuni casi, dal colloquio con lo psicologo, emergono problematiche che quest'ultimo non può trattare o che si presume necessitino dell'ausilio dei farmaci per essere curate. È necessario ribadire che anche lo psicoterapeuta non abilitato alla professione medica non può prescrivere farmaci.